mercoledì 21 ottobre 2015

SerieTV #4 - Recensione, Arrow 4x02: "The Candidate".

Salve Oliciters/Arrowiani!
Eccoci qui con il secondo episodio di Arrow, intitolato "The Candidate". Un episodio che non saprei proprio come paragonare con il primo, perché mi è davvero piaciuto. Ma davvero tanto!
Ed anche il primo mi è piaciuto moltissimo, quindi.. facciamo che li ho amati alla follia entrambi e basta :D
L'episodio si apre con una scena d'azione che ha mostrato come la dinamica sia cambiata all'interno del Team Arrow. Sì, sono pur sempre 'guidati' da Arrow/Oliver e controllati/aiutati da Felicity nel covo, ma c'è un'aria diversa. Arrow non comanda più, ma guida. Si fida dei suoi compagni e cerca di lasciarli fare senza stargli con il fiato sul collo. E questo ci fa capire quanto il nostro Mr. Queen sia effettivamente cambiato. Ognuno ha combattuto al proprio posto e ha protetto le spalle all'altro. Erano un tutt'uno. Almeno, lo erano sul campo di battaglia.
In questo secondo episodio, la trama principale riguardava il posto vacante da sindaco - che non biasimo nessuno per non essersi fatto avanti ed occuparlo -, l'amica di Moira con figlia annessa che si presenta in città per ricoprire quel posto e i tentativi indiretti (più o meno) di Darhk di far desistere la signora Danforth dal suo desiderio. Fare il sindaco a Star City, di questi tempi, è il mestiere più rischioso in assoluto. Pochi secondi e ti ritrovi steso per terra, assolutamente incapace di fare più nulla. Mai più.

Oliver
In questo episodio, il nostro caro protagonista è stato messo alla prova. Tra i problemi legati alla resurrezione che stanno affliggendo Thea, il dover proteggere la sig.ra Danforth e figlia perché prese di mira da Anarky e le "dolci" parole di Lance. Mi è dispiaciuto un sacco quando, per colpa di Thea, un pezzettino della credibilità che aveva forse riacquistato con Lance è andato a farsi benedire. #mainagioia Ma il ragazzo è stato anche capace di alleggerire il tutto con le sue battutine sarcastiche e troppo strane da sentir pronunciare da lui xD ahaha
Cioè, seriamente, io ancora non mi capacito del fatto che adesso Oliver Queen sia capace di fare battutine e sorridere più di 3 secondi per episodio. Non che la cosa mi dispiaccia, assolutamente no, ma ogni volta dovevo stoppare il video, ridere a crepapelle e riprendere la visione solo dopo essermi calmata. Si prospetta una stagione più leggera delle altre, per ora, sotto questo punto di vista.
Felicity
La nostra ragazza in questo episodio è stata fantastica, come sempre. Ha finalmente assunto il ruolo che le è stato affidato da Palmer e mi è piaciuto davvero tanto come, nonostante le mille difficoltà, abbia agito secondo i suoi principi morali ed abbia fatto di tutto per non licenziare nessuno. Anche pensando a quello che Ray avrebbe fatto e voluto per i suoi dipendenti!
Insomma, per la ragazza ci sarà molto da fare quest'anno: il lavoro come CEO alla Palmer Tech. (chissà quando le cambieranno di nuovo il nome) e il secondo lavoro notturno come It-gir di Green Arrow.
L'altro aspetto che mi ha fatto godere di questa puntata è Curtis Holt. Devo dire che gli autori avevano ragione, Felicity e Curtis bucano lo schermo. Decisamente. Hanno lo stesso tono ironico e il medesimo buon cuore. Lei che cercava di salvargli la carriera e lui che cercava di renderle il "lavoro" più semplice auto-licenziandosi. Credo proprio che saranno fantastici da vedere!!
Team Arrow (allargato)
Thea: era ora che i sintomi del Pozzo di Lazzaro si mostrassero e devo dire che vedere la piccola di casa Queen rivoltarsi contro il fratello e ringhiare come un cane ha sempre quel po' di inquietante. Ma voglio assolutamente sapere di più, perché già il fatto che si sia resa conto di avere qualcosa che non va è un grande passo avanti.
Diggle: so che molti troveranno strano quello che sto per dire, ma la scena dove lui si confida con Laurel (seppur forzatamente) non l'ho trovata molto fuori luogo. Al momento, l'unica con la quale può parlare è lei. E' adulta, sa cosa significa aver perso una sorella (considerando che Laurel ha perso Sara ben due volte) ed rimasta solo lei perché Digg con Oliver ancora non ci parla.
Sì, mi ha dato molto fastidio che abbia mentito ed omesso quello che sa sull'H.I.V.E e sul coinvolgimento che c'è con la morte del fratello, ma ho capito perché abbia deciso di togliersi questo peso dallo stomaco. Pazienza che c'era Laurel, in quel momento.
L'unica cosa che mi chiedo è: come la prenderà Oliver quando scoprirà che gli stava "mentendo"? Vedremo.
Laurel: premetto che io AMO Sara! Ma, cara Laurel, hai davanti a te la prova di quello che succede a chi viene resuscitato dal Pozzo di Lazzaro e vuoi comunque portare lì il cadavere di tua sorella? Seriamente?! Cioè, io l'ho trovato molto egoistico. Sara è fantastica, l'unica Lance che abbia mai davvero apprezzato e con una storia solida alle spalle, e per me sarà sempre l'unica Canary. Capisco anche la scelta di marketing e il fan-service (se così possiamo definirlo), per cui hanno deciso di riportarla in vita seppur poi in un altro show televisivo. Ma Laurel si è dimostrata la solita egoista. Quello che sta passando Thea (e chissà cosa passerà Sara essendo morta da più tempo) non lo augurerei ad un sorella/fratello ecc ecc.

Altro episodio molto molto bello. Credo proprio che questa quarta stagione sarà meglio della terza! :)
E voi fatemi sapere cosa ne pensate di questo secondo episodio, se vi è piaciuto o no!

Alla prossima recensione!

Manu

2 commenti:

  1. Che dici... se mi sfogo anch'io su questo episodio, mi uccidi? xD

    RispondiElimina

I commenti sono molto importanti per me. Lascia un segno del tuo passaggio :)